Revisione parziale della Legge sulle banche 

Con la revisione parziale della Legge sulle banche, il Consiglio federale intende migliorare ulteriormente la protezione degli averi dei clienti (depositi) presso le banche commerciali. Tale revisione interviene in tre ambiti specifici, con l’obiettivo di rafforzare in modo mirato il consolidato sistema di tutela a favore delle risparmiatrici e dei risparmiatori. 

La piazza finanziaria svizzera dispone già oggi di un sistema efficace e ben rodato di protezione dei clienti e dei depositanti. La tutela dei depositanti persegue due obiettivi: in primo luogo, i/le depositanti devono essere protetti da eventuali perdite («protezione dei clienti»); in seconda battuta, la tutela dei depositanti funge da elemento stabilizzatore, in quanto instaura un clima di fiducia e contribuisce quindi a evitare uno scenario di «bank run» (repentino ritiro degli averi da parte dei clienti). I requisiti svizzeri della regolamentazione bancaria, estremamente rigorosi nel raffronto internazionale, costituiscono fondamenta stabili per la piazza finanziaria, per la sicurezza delle banche e quindi anche per i depositi. Disposizioni stringenti in materia di fondi propri, liquidità e ripartizione dei rischi fanno sì che, nel raffronto internazionale, le banche svizzere presentino un grado di solidità nettamente superiore alla media, come peraltro riconosciuto anche dalle autorità competenti (cfr. ad esempio il Comunicato stampa della FINMA del 19 marzo 2020).

Già oggi è operativo un dispositivo articolato ed efficace per la garanzia dei depositi. 

Cionondimeno sussiste un fabbisogno di intervento in ambiti specifici al fine di rafforzare e ottimizzare il sistema in modo mirato. La revisione parziale della Legge sulle banche promossa dal Consiglio federale persegue l’obiettivo di conseguire miglioramenti concreti nei tre ambiti di garanzia dei depositi, insolvenza e segregazione. In questo modo la funzionalità e la credibilità della garanzia dei depositi vengono ulteriormente migliorate e, al contempo, importanti disposizioni in materia di insolvenza per le banche vengono innalzate a livello di legge; inoltre, deve essere garantita una segregazione completa dei titoli contabili all’interno della catena di custodia («separazione dei valori mobiliari ai sensi del diritto in materia di esecuzione»).

Garanzia dei depositi

Il sistema svizzero di garanzia dei depositi ha dato buona prova della propria validità nel corso degli anni. Con la revisione parziale della Legge sulle banche, tale sistema viene ora ottimizzato in modo mirato per tre punti:

La revisione parziale della Legge sulle banche migliora il sistema della garanzia dei depositi in maniera mirata in tre ambiti. 

Insolvenza e risanamento

Le disposizioni in materia di insolvenza per le banche, in passato sancite a livello di ordinanza, sono state ora innalzate a livello di legge. Finora numerose regole erano definite soltanto nell’ambito dell’Ordinanza FINMA sull’insolvenza bancaria (OIB-FINMA).

Segregazione

La segregazione completa dei titoli contabili nella catena di custodia deve essere debitamente garantita («separazione dei valori mobiliari ai sensi del diritto in materia di esecuzione»).

La posizione dell’Associazione svizzera dei banchieri

L’Associazione svizzera dei banchieri riconosce il fabbisogno di intervento specifico nei tre ambiti di garanzia dei depositi, insolvenza e segregazione. Le misure previste consentono di innalzare ulteriormente l’attuale livello di protezione. Nell’interesse di una stabilità costantemente elevata della piazza finanziaria svizzera, il settore accoglie con favore i miglioramenti ed è ben disposto a farsi carico dei conseguenti adeguamenti di processo, particolarmente complessi e costosi. L’ASB richiede tuttavia adeguamenti mirati per determinati punti deboli concreti da essa individuati, segnatamente la prevenzione di oneri normativi supplementari conseguenti alla nuova componente di finanziamento anticipato («ex ante»).

Esperti

Carina Schaller
Responsabile Attività politiche
+41 58 330 62 38