Comunicato stampa
11.05.2021

Herbert J. Scheidt passa il testimone di Presidente dell’Associazione svizzera dei banchieri a Marcel Rohner

Il nuovo Presidente del Consiglio di amministrazione è stato eletto all’unanimità 
  • Dopo un mandato di cinque anni, al raggiungimento del suo 70° compleanno, il Presidente dell’Associazione svizzera dei banchieri (ASB) Herbert J. Scheidt ha espresso il desiderio di passare il testimone del proprio mandato in occasione della prossima Assemblea generale, in calendario a settembre 2021. Il Consiglio di amministrazione esprime un vivo e sincero ringraziamento per il suo operato.
  • Il Nomination Committee dell’ASB ha designato come suo successore Marcel Rohner, membro del Comitato del Consiglio di amministrazione dell’ASB e Vicepresidente del Board of Directors dell’Union Bancaire Privée (UBP). Il Consiglio di amministrazione ha confermato all’unanimità tale designazione in occasione della sua riunione dell’11 maggio, eleggendo quindi Marcel Rohner come successore di Herbert J. Scheidt.
  • Il passaggio di consegne avverrà nell’ambito della Giornata dell’Associazione svizzera dei banchieri il 16 settembre 2021 e il giorno successivo Marcel Rohner entrerà ufficialmente in carica.

Herbert J. Scheidt è membro del Consiglio di amministrazione dal 2011 e Presidente dell’ASB da settembre 2016. La sua elezione nel 2016 aveva fatto seguito a una delibera del Consiglio di amministrazione finalizzata a un completo riorientamento strategico e organizzativo dell’associazione, con relativo mandato di attuazione. Sotto la presidenza di Herbert J. Scheidt il riposizionamento dell’Associazione è stato portato avanti con decisione, fino a tradursi in un risultato coronato da pieno successo. Oggi l’ASB si presenta come un’associazione di categoria agile, fortemente radicata in tutti gli ambiti della piazza finanziaria e dotata di una moderna governance.

Herbert J. Scheidt: l’ASB è impegnata a favore della piazza finanziaria nel suo insieme

«Nella nostra democrazia della concordanza, il coinvolgimento dell’economia nel processo politico è ancorato nel quadro legislativo. Il lavoro associativo, basato su un sistema di milizia, è divenuto molto più impegnativo nella nostra società pluralistica, e al contempo la sua importanza risulta tanto maggiore. Consideriamo la nostra capacità di performance, messa in campo in sinergia con oltre 500 specialisti delle nostre banche affiliate, come il nostro impegno nei confronti dei nostri membri, della piazza finanziaria e della collettività. Se non esistessero le associazioni bisognerebbe inventarle per tornare a convogliare le forze centrifughe della nostra società moderna in un’associazione di categoria come l’ASB», constata Herbert J. Scheidt.

Il Consiglio di amministrazione ringrazia Herbert J. Scheidt per il suo encomiabile impegno a favore della piazza finanziaria. «L’ASB si distingue oggi in virtù di fattori quali la sua elevata competenza tecnico-specialistica, lo spiccato orientamento al futuro e un posizionamento convincente ed equilibrato. Ho avuto modo di conoscere Herbert J. Scheidt come partner di negoziazione altamente preparato e come alfiere degli interessi nell’ambito di diversi progetti, in particolare in quello del regime per le piccole banche tanto importante per gli istituti regionali», afferma la consigliera di amministrazione dell’ASB e membro del Nomination Committee Marianne Wildi, CEO della Hypothekarbank Lenzburg e Vicepresidente dell’Unione delle banche regionali svizzere.

Il dialogo costruttivo e improntato alla collaborazione che l’ASB è in grado di instaurare da pari a pari con le autorità e il mondo della politica costituisce una primaria funzione di base per una politica economica coronata da successo. Un importante risultato conseguito è l’Ordinanza FINMA entrata in vigore lo scorso anno, grazie alla quale il rapporto del settore finanziario con le istanze normative e di vigilanza risulta oggi chiarito sotto ogni aspetto; inoltre, attraverso gli sgravi sul piano regolatorio le piccole banche possono ora guardare al futuro con fiducia. «Grazie a Herbert e al suo operato l’ASB si è posizionata come organizzazione basata sul know-how e, in quanto tale, ha creato con grande lungimiranza centri di competenza specifici negli ambiti di sostenibilità e digitalizzazione. In questo modo l’ASB assume una chiara leadership tematica e dà vita a condizioni quadro all’interno delle quali è possibile plasmare l’innovazione e garantire una piena concorrenzialità delle banche svizzere», afferma Axel A. Weber, membro del Comitato del Consiglio di amministrazione e del Nomination Committee, nonché Presidente del Consiglio di amministrazione di UBS Group SA.

Marcel Rohner: creare opportuni margini di manovra per le banche

Il Consiglio di amministrazione è lieto di avere al proprio timone come nuovo Presidente dell’ASB una persona dotata di grande esperienza e capacità di leadership come Marcel Rohner. «Ringrazio il Consiglio di amministrazione per il suo sostegno unanime. La fiducia espressa dai membri del CdA nei miei confronti è per me fonte di motivazione e al contempo di impegno vincolante. Sono lieto di poter accompagnare la piazza finanziaria nel suo percorso di crescita e, attraverso una rotta economica ben tracciata, di contribuire alla definizione delle migliori condizioni quadro possibili per generare ulteriori margini di innovazione nei vari ambiti operativi», afferma Marcel Rohner. «Ho una notevole dimestichezza degli alti e bassi del settore bancario e conosco istituti di grandi, medie e piccole dimensioni. Ecco l’insegnamento più importante che ho tratto da queste esperienze: gli interessi comuni delle banche sono la normalità, mentre interessi contrapposti sono piuttosto un’eccezione. Per questo motivo sono convinto che anche in futuro l’Associazione svizzera dei banchieri sarà in grado di conseguire grandi risultati per il nostro settore nel suo insieme», aggiunge Rohner.

Da inizio 2018 Marcel Rohner è membro del Consiglio di amministrazione e del Comitato del Consiglio di amministrazione dell’ASB. In vista del passaggio di consegne, Herbert J. Scheidt afferma: «Marcel ha apportato un contributo determinante già in occasione del riposizionamento dell’Associazione. Promuove una cultura dell’integrazione e si distingue per la sua lungimiranza. È per me fonte di grande soddisfazione sapere che la successione è stata regolamentata per linee interne con la nomina di un professionista di grande spessore, in grado di rispondere alla perfezione ai requisiti posti da questo impegnativo incarico. Consapevole della possibilità di rimettere la mia posizione nelle mani esperte di Marcel, la Giornata dell’Associazione svizzera dei banchieri di quest’anno rappresenta per me il momento ideale per questo passaggio di testimone».

Boris Collardi, partner presso Pictet & Cie e membro del Comitato del Consiglio di amministrazione e del Nomination Committee, aggiunge: «Marcel dispone di un formidabile bagaglio di esperienze con i diversi modelli operativi delle nostre banche, vanta una rete capillare di rapporti in tutte le regioni della Svizzera e apporta altresì una grande esperienza anche sul piano internazionale. Presenta quindi un profilo di assoluta eccellenza per ricoprire la funzione di Presidente».

Herbert J. Scheidt è attivo da quasi 40 anni nel settore bancario. Ha iniziato la propria carriera presso Deutsche Bank, dove ha ricoperto varie posizioni in Germania, Stati Uniti, Italia e infine in Svizzera. Da 25 anni intreccia uno strettissimo rapporto con la piazza finanziaria elvetica, prima come CEO di Deutsche Bank Svizzera e in seguito dal 2002 come CEO e dal 2011 come Presidente del Consiglio di amministrazione di Vontobel. Anche il suo operato associativo evidenzia una durata quasi altrettanto estesa: dal 2011 Herbert J. Scheidt è infatti membro del Consiglio di amministrazione dell’ASB, di cui è stato poi nominato Presidente in occasione della Giornata dell’Associazione svizzera dei banchieri del 2016. Inoltre, dal 2005 sedeva nel Consiglio di amministrazione di SIS e ha quindi partecipato attivamente alla costituzione dell’attuale SIX. Dal 2008 è membro del Consiglio di amministrazione di SIX.

Marcel Rohner è dal 2016 Vicepresidente del Board of Directors dell’Union Bancaire Privée (UBP SA) a Ginevra. Inoltre, dal 2012 è membro del Consiglio di amministrazione della Helvetische Bank. In precedenza, tra il 2002 e il 2009 ha ricoperto varie funzioni presso UBS SA, tra l’altro come membro del Direttorio del Gruppo e CEO. La sua carriera nel settore bancario ha avuto i propri esordi nel 1992 presso l’Unione di Banche Svizzere. Marcel Rohner vanta un’esperienza trentennale in tutti gli ambiti operativi del banking, sia in Svizzera che a livello internazionale. 

Piazza finanziaria svizzera

Contatto media

Michaela Reimann
Responsabile Public & Media Relations
+41 58 330 62 55
Monika Dunant
Responsabile Public & Media Relations
+41 58 330 63 95