Comunicato stampa
16.09.2021

L’Associazione svizzera dei banchieri accompagna per mano la piazza finanziaria verso il futuro

Avvicendamento alla presidenza dell’ASB: Herbert J. Scheidt passa il testimone a Marcel Rohner 
  • In occasione dell’odierna conferenza stampa annuale l’Associazione svizzera dei banchieri (ASB) definisce cinque importanti campi di azione scaturiti dai propri lavori nel corso dell’ultimo anno, i quali svolgono un ruolo di primo piano per la capacità della piazza finanziaria elvetica di affrontare il futuro: economia dei dati, cybersicurezza, sostenibilità, regolamentazione e accesso al mercato. Sono questi i punti cardine essenziali per la crescita e la prosperità del settore finanziario e dell’intera Svizzera.
    • L’economia dei dati si è affermata per le banche svizzere come un primario fattore di successo, nonché una base decisiva per i servizi digitalizzati e per lo sviluppo di modelli operativi innovativi.
    • Una protezione efficace dai cyber-rischi costituisce un elemento essenziale per la concorrenzialità e la reputazione della piazza finanziaria.
    • Il mercato finanziario elvetico vuole assumere una posizione di chiara leadership nel campo dei servizi finanziari sostenibili e a tale riguardo apporta un eccellente bagaglio di requisiti.
    • Una regolamentazione oculata rafforza la sicurezza, la stabilità e la concorrenzialità della piazza finanziaria.
    • In quanto settore spiccatamente orientato all’export, il comparto bancario ha bisogno di un migliore accesso al mercato per poter sfruttare appieno le proprie potenzialità. In particolare, è necessario un piano dai contorni ben delineati da parte del Consiglio federale circa la modulazione dei rapporti futuri con l’Unione europea.
  • Il 17 settembre 2021 Marcel Rohner subentra a Herbert J. Scheidt nella carica di Presidente dell’ASB. Anche in seno al Consiglio di amministrazione vi sono dei cambiamenti, con l’ingresso di Renaud de Planta, Thomas Gottstein, Jürg Staub, Zeno Staub e Bruno Thürig.

Sulla base del lavoro svolto nell’arco degli ultimi cinque anni, l’ASB ha individuato cinque campi di azione essenziali per la capacità della piazza finanziaria di affrontare il futuro. Il Presidente uscente Herbert J. Scheidt dichiara in occasione dell’odierna conferenza stampa annuale: «Il futuro della piazza finanziaria dipende in misura decisiva dalla sua concorrenzialità: economia dei dati, cybersicurezza, sostenibilità, regolamentazione oculata e miglioramento dell’accesso al mercato restano a tale riguardo i temi guida. Sono questi i punti cardine per la crescita e la prosperità del settore finanziario e del nostro Paese nel suo complesso».

  • L’economia dei dati costituisce un fattore di successo per il settore finanziario. La priorità verte sulla capacità di gestire i dati responsabilmente e di utilizzarli in modo mirato per creare un chiaro valore aggiunto a favore della clientela. Per l’ASB è essenziale che la protezione dei dati affidati venga costantemente garantita e che i nostri membri possano al contempo beneficiare delle opportunità offerte dai nuovi sviluppi tecnologici a fronte del minor numero possibile di restrizioni. Alla luce di questo scenario e nell’ambito dell’introduzione della nuova Legge sulla protezione dei dati, a maggio 2021 l’ASB ha pubblicato delle apposite Linee guida per la gestione dei dati, le quali si prefiggono di fungere da supporto di orientamento per gli istituti bancari. Lo scambio di dati costituisce la base essenziale non solo per prodotti e servizi digitalizzati e personalizzati, ma anche per modelli operativi innovativi. A tale riguardo, l’open banking e la collaborazione con le aziende fintech si profilano come due importanti ambiti di sviluppo per il settore finanziario elvetico.
  • Una protezione efficace dai cyber-rischi rappresenta un elemento essenziale per la concorrenzialità e la reputazione della piazza finanziaria. Da molti anni le banche svizzere lavorano intensamente alla propria cybersicurezza e hanno investito somme considerevoli in questo campo. Nell’ambito della sicurezza informatica, la costituzione di dispositivi di protezione coordinati riveste un’importanza particolare. Di concerto con le autorità preposte, attualmente si sta quindi lavorando congiuntamente alla creazione di un Centro di competenza per la cibersicurezza.
  • La sostenibilità resta una priorità assoluta. La piazza finanziaria svizzera vuole essere leader nel campo dei servizi finanziari sostenibili. In virtù del suo track record e delle competenze disponibili al suo interno, il settore presenta condizioni preliminari eccellenti a riguardo. Ciò è peraltro sottolineato dall’elevato volume degli investimenti sostenibili, che nel corso degli ultimi cinque anni è più che decuplicato in Svizzera: dai CHF 140 miliardi nel 2015 siamo infatti passati a oltre CHF 1520 miliardi nel 2020. Al contempo, gli istituti che erogano crediti sono chiamati a contribuire al finanziamento della transizione verso un’economia a impatto ambientale neutro. La piena riuscita di questa transizione costituisce un obiettivo che il settore finanziario pone a se stesso, all’economia reale e all’intera società civile.
  • L’obiettivo della regolamentazione deve essere quello di mantenere non solo la stabilità, la solidità e la sicurezza ma anche una piena concorrenzialità, garantendo così l’accesso a un settore finanziario prospero e in crescita a vantaggio dell’economia svizzera nel suo insieme. A tale riguardo, attualmente l’enfasi è posta su due priorità: l’attuazione circostanziata di Basilea III e il dialogo con le autorità per quanto concerne la tassazione minima globale, in modo da tutelare adeguatamente l’attrattività della piazza economica elvetica.
  • In quanto terzo maggior comparto vocato all’export in Svizzera, il settore bancario intende sfruttare appieno il proprio potenziale. A tale riguardo è essenziale un miglioramento fondamentale dell’accesso al mercato con Stati di rilevanza primaria. In particolare, è necessario un piano dai contorni ben delineati da parte del Consiglio federale circa la modulazione dei rapporti futuri con l’Unione europea. Il dialogo con l’UE deve essere infatti intensificato e concretizzato.

Nel suo discorso di retrospettiva e sulle prospettive Jörg Gasser, CEO dell’ASB, mette in evidenza a titolo integrativo tre esempi di successo relativi ai miglioramenti della capacità della piazza finanziaria svizzera di affrontare il futuro: «Nell’ambito di due revisioni di legge sono stati compiuti progressi significativi. La Legge sul riciclaggio di denaro sottoposta a revisione risulta ora moderna e al passo con i tempi e la sua attuazione rapida e completa da parte delle banche svizzere contribuirà all’ulteriore rafforzamento dell’integrità della piazza finanziaria elvetica. Con la revisione della Legge sulle banche anche la tutela dei depositanti, già oggi efficace e ben rodata, viene ulteriormente rafforzata. In ambito tributario ho avuto modo di rallegrarmi particolarmente circa gli importanti passi in avanti compiuti per la riforma dell’imposta preventiva e per l’abrogazione della tassa di bollo. Questo dossier è di rilevanza fondamentale per la concorrenzialità della nostra piazza finanziaria».

Avvicendamento alla Presidenza dell’ASB: Herbert J. Scheidt passa il testimone a Marcel Rohner

Dopo un mandato di cinque anni, nella cornice della Giornata dell’Associazione svizzera dei banchieri 2021 Herbert J. Scheidt passa a Marcel Rohner il testimone di Presidente dell’ASB. Marcel Rohner è dal 2018 membro del Comitato del Consiglio di amministrazione dell’ASB e dal 2016 ricopre la funzione di Vice-Chairman of the Board of Directors di Union Bancaire Privée (UBP). Fino a pochi mesi fa è stato inoltre Presidente dell’Associazione di Banche Svizzere di Gestione Patrimoniale ed Istituzionale (ABG). Tra il 2002 e il 2009 ha ricoperto presso UBS SA varie funzioni dirigenziali, l’ultima delle quali in veste di CEO.

Nuovi membri del Consiglio di amministrazione dell’ASB

Si registrano altresì degli avvicendamenti in seno al Consiglio di amministrazione dell’ASB, nel quale fanno il proprio ingresso per la prima volta i seguenti esponenti del settore finanziario: Renaud de Planta, socio senior di Pictet Group; Thomas Gottstein, CEO di Credit Suisse Group AG; Jürg Staub, socio illimitatamente responsabile e membro della direzione di Reichmuth & Co Privatbankiers; Zeno Staub, CEO di Vontobel Holding AG e di Bank Vontobel AG; Bruno Thürig, CEO della Obwaldner Kantonalbank e Presidente designato dell’Unione delle Banche Cantonali Svizzere (UBCS).

Il mondo finanziario di domani al centro del programma della Giornata dell’Associazione svizzera dei banchieri 2021

L’odierna Giornata dell’Associazione svizzera dei banchieri è focalizzata sul tema del «Banking del futuro». In questo contesto l’ASB ha l’onore di dare il benvenuto al Consigliere federale Ueli Maurer, capo del Dipartimento federale delle finanze (DFF). Il programma prevede inoltre gli interventi di Marlene Amstad, Presidente della FINMA, con la sua relazione sulla vigilanza sui mercati finanziari del futuro e di Brett King, futurologo per il settore bancario, che parlerà della Banca 4.0. Infine Mark Dittli, direttore e redattore capo di The Market, conduce un panel di discussione sul futuro della piazza finanziaria con la partecipazione di Kristine Braden, Managing Director di Citi Europe & CEO CGME, Jörg Gasser, CEO dell’ASB, Christian Mumenthaler, CEO di Swiss Re, e Axel Weber, Presidente del Consiglio di amministrazione di UBS. La Giornata dell’Associazione svizzera dei banchieri costituisce uno degli eventi di maggiore rilevanza dell’anno bancario in Svizzera. Sono attesi circa 600 ospiti. 

Le relazioni presentate in occasione della conferenza stampa annuale e il rapporto annuale sono disponibili qui sotto.

Assemblea generale tenuta in forma scritta

Analogamente allo scorso anno, a causa della situazione epidemiologica l’Assemblea generale dell’ASB si tiene senza partecipazione fisica dei membri. La votazione in forma scritta su tutti i punti all’ordine del giorno ha già avuto luogo preliminarmente alla Giornata dell’ASB.

Piazza finanziaria svizzera

Contatto media

Monika Dunant
Responsabile Public & Media Relations
+41 58 330 63 95