Opinioni
15.06.2022

Pronti per il nuovo apprendistato bancario

Tra poco più di un anno prenderà il via il nuovo apprendistato bancario. Nell’estate 2023 verrà infatti introdotto per 19 rami di formazione l’apprendistato di commercio sottoposto a riforma. L’Associazione svizzera dei banchieri (ASB) saluta con favore la riforma e coordina la cooperazione di tutti i gruppi bancari nell’ambito di questo progetto di formazione di portata nazionale. Nella riforma sono state tenute in debita considerazione sia importanti istanze volte all’auspicato miglioramento ulteriore del livello qualitativo, sia l’invariata coniugabilità con la maturità professionale. Si delineano così le condizioni preliminari ottimali affinché anche in futuro l’apprendistato bancario sia annoverato tra i percorsi di formazione commerciale più apprezzati.

Il nuovo apprendistato bancario deve presentare un elevato profilo qualitativo ed essere coniugabile con la maturità professionale. Era questo l’obiettivo centrale perseguito dall’Associazione svizzera dei banchieri nell’ambito del progetto lanciato nel 2018 per la riforma della formazione commerciale di base. L’auspicato rafforzamento dell’apprendistato bancario del futuro viene ora conseguito attraverso i seguenti elementi prioritari:

  • Enfasi sulle competenze operative: gli impiegati di commercio di domani operano con forme agili di lavoro e di organizzazione, interagiscono in un contesto di lavoro altamente interconnesso e si avvalgono delle nuove tecnologie in maniera sistematica. Per tenere conto di tutti questi cambiamenti, la nuova formazione di base è incentrata sulle competenze operative e punta su un maggiore orientamento alla pratica. Di conseguenza, gli apprendisti saranno in grado di gestire i cambiamenti nell’economia e nella società e di impegnarsi in un percorso di apprendimento continuo sull’arco di tutta la vita.  
  • Integrazione degli aspetti di sostenibilità: oltre alle competenze operative, la nuova formazione commerciale di base integra in misura ancora maggiore il tema centrale della sostenibilità. L’Associazione svizzera dei banchieri accoglie con particolare favore gli obiettivi di sostenibilità contemplati nell’apprendistato, elaborati di concerto con l’Ufficio federale dell’ambiente (UFAM). Da un lato è previsto un ampio confronto con i prodotti finanziari sostenibili, dall’altro lato la sostenibilità rappresenta una componente primaria delle competenze di consulenza trasmesse. L’attuazione di questi obiettivi didattici costituisce la quadratura del cerchio del piano di provvedimenti dell’Associazione svizzera dei banchieri per il mercato orientato al futuro della «sustainable finance», secondo il quale la sostenibilità deve essere integrata in modo coerente nelle misure di formazione e di perfezionamento professionale del settore.
  • Coniugabilità con la maturità professionale: dopo la conclusione dell’apprendistato di commercio, alle giovani e ai giovani che si affacciano sul mondo del lavoro si dischiuderà anche in futuro un ampio ventaglio di possibilità di perfezionamento professionale – dalla scuola specializzata superiore fino allo studio presso una scuola universitaria professionale. Un requisito preliminare essenziale a riguardo è l’immutata coniugabilità tra apprendistato e maturità professionale. In Svizzera la formazione commerciale duale di base si riconferma pertanto come una promettente possibilità di accesso al mondo del lavoro e al perfezionamento professionale.

Dialogo costante con le banche

L’apprendistato di commercio sottoposto a riforma verrà introdotto nell’estate del 2023. Nel corso dei prossimi mesi il Comitato di gestione delle banche, composto da rappresentanti dei gruppi bancari, offerenti di corsi settoriali (organizzazioni CI) e Associazione svizzera dei banchieri, provvederà a finalizzare e pubblicare le riforme più importanti con rilevanza per il settore bancario. In seguito, le banche avranno un anno di tempo per preparare la fase attuativa al proprio interno. A tale riguardo, il Comitato di gestione punta consapevolmente su una comunicazione costante e sul dialogo con i responsabili delle giovani leve nei singoli istituti. L’Associazione svizzera dei banchieri affianca e sostiene l’introduzione del nuovo apprendistato bancario attraverso la direzione di progetto e il coordinamento di tutti i gruppi bancari e delle attività di consulenza degli istituti. In particolare, con le proprie linee guida di attuazione (disponibili in francese e tedesco) e mediante eventi informativi tenuti con cadenza regolare in tutta la Svizzera, l’Associazione apporta un prezioso contributo alla fase attuativa all’interno degli istituti. L’ASB crea così le condizioni ideali per posizionare l’apprendistato bancario anche in futuro come un percorso didattico particolarmente apprezzato e di grande valore, concorrendo così in misura significativa al rafforzamento e all’ulteriore sviluppo della Svizzera come piazza finanziaria leader a livello globale.

Formazione e perfezionamento professionale

Autori

Alexandra Steinberg
Responsabile Sviluppo della formazione
+41 58 330 62 53

Altro sull'argomento